11 aprile 2017

La corona pasquale


Ecchesce a Ppasqua. Ggià lo vedi, Nino:
la tavola è infiorata sana sana
d’erba-santa-maria, menta romana,
sarvia, perza, vïole e ttrosmarino.
Ggià ssò ppronti dall’antra sittimana
diesci fiaschetti e un bon baril de vino.
Ggià ppe ggrazzia de Ddio fuma er cammino
pe ccelebbrà sta festa a la cristiana.
Cristo è risusscitato: alegramente!
In sta ggiornata nun z’abbadi a spesa
e nun ze penzi a gguai un accidente.
Brodetto, ova, salame, zuppa ingresa,
carciofoli, granelli e ’r rimanente,
tutto a la grolia de la Santa Cchiesa.

Giuseppe Gioacchino Belli
19 aprile 1835

Ma voi la mattina di Pasqua come fate colazione, quali sono le abitudini della vostra regione? A Roma la tradizione pasquale  vuole che la giornata si apra con un pasto a dir poco impegnativo. Per un giorno si abbandona il classico cornetto con il cappuccino e ci si siede ad una tavola imbandita per una ricca colazione salata. Un pasto particolarmente sentito, che quasi supera di importanza il classico pranzo. Il menu varia di famiglia in famiglia, ma comprende ovviamente dei punti fermi: torte salate, uova sode, frittata di carciofi, pizza pasquale e salame corallina. Un salame con un impasto finissimo composto da tre parti di carne magra di maiale macinata e da una parte di lardello a cubetti che forma della larghe occhiature.  E proprio questo particolare tipo di salame ho utilizzato per imbottire la mia corona pasquale, perfetta per la nostra colazione, ma anche come centro tavola per il classico pranzo pasquale, oppure da portare nel cestino del pic nic per la scampagnata di pasquetta! 



Ingredienti
300 gr di farina manitoba 
200 gr di farina di farro 
250 ml di latte 
1 cucchiaino di miele di acacia
20 gr zucchero semolato
8gr di sale
3.5 di lievito di birra disidratato 
1 uovo bio
150 gr di burro a temperatura ambiente

Per il ripieno
200 gr di salame corallina
150 gr provolone piccante 



Procedimento
Iniziate facendo intiepidire leggermente il latte e poi scioglieteci lo zucchero. In una ciotola mettete il latte tiepido zuccherato, il lievito e 50 g di farina manitoba  date una mescolata semplicemente con una forchetta, coprite con pellicola trasparente e lasciate lievitare per 40 minuti circa. Trascorso questo tempo, mettete nella ciotola dell’impastatrice il resto delle  farine,  aggiungete il lievitino, il miele e l'uovo leggermente battuto. Accendete l’impastatrice con il gancio ad uncino a velocità media, quando l’impasto si sarà formato aggiungete il burro morbidissimo poco per volta ed il resto della farina. Appena tutto il burro sarà ben assorbito, aggiungete il sale e passate a velocità sostenuta, portando  l'impasto ad incordatura. A questo punto spegnete la macchina, togliete il gancio e lasciate l'impasto nella ciotola dell’impastatrice, coprite con della pellicola trasparente, e mettete a lievitare al caldo per circa 2 ore. L'impasto dovrà raddoppiare. Nel frattempo riducete in dadolata fine il salame e il formaggio e metteteli da parte. Trascorso il tempo della lievitazione, girate l'impasto sulla tavola e con l'aiuto di un tarocco preparate delle pezzature  da 40 gr l'una.  Prendete un pezzetto di impasto alla volta volta  e formate dei panini nel seguente modo: schiacciate leggermente cercando di fargli assumere una forma rettangolare, quindi iniziate a creare un cilindretto arrotolando e cercando di "serrare" via via il pezzo che si arrotola, poi girate di 90° il pezzo, con la giuntura verso l'alto ed eseguite di nuovo la stessa operazione di appiattimento leggero e poi  arrotolamento. Questo serve a conferire maggior forza all'impasto. Infine chiudete il cilindro andando ad unire le due estremità, dando una forma sferica e serrando pian piano la pallina da sotto.



Quando tutti i panini saranno formati, riprendetene uno per volta, schiacciatelo con le mani tanto da formare un cerchio ponetevi al centro un pochino di ripieno (in questo caso salame corallina e provolone piccante, ma potete scegliere anche cotto e provola, oppure mortadella e groviera) e chiudete il disco sigillandolo sul fondo in modo da formare un piccolo panino. Rivestite di carta forno una teglia e disponete i panini tutt’intorno al bordo molto vicini, ma non attaccati, lievitando si uniranno. Fate riposare al caldo per circa 45/50 minuti. Una volta che anche la seconda lievitazione sarà conclusa, spennellate con del latte ed infornate in forno statico preriscaldato a 180° per 30/35 minuti.  
Buon appetito!


Buona vita
e alla prossima ricetta!






48 commenti:

  1. Mamma mia che colazione spettacolare....io penso però che poi salterei il pranzo, bellissima questa tradizione e assolutamente deliziosa questa corona, una abbraccio e buona settimana Santa

    RispondiElimina
  2. Ma che bella e gustosa la tua corona salata. Sai anche a casa mia ogni tanto si va sul salato a colazione e non dispiace affatto !

    RispondiElimina
  3. E' vero la nostra tradizione è fatta così, i più puristi osano anche la coretella con i carciofi a casa mia per fortuna non si mangia. Io preferirei di gran lunga un antipasto come il tuo con il salame che a me piace tanto ma mangio solo a Pasqua, si mi piace questa corona complimenti. Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Bellissima, complimenti!
    TI abbraccio

    RispondiElimina
  5. Che ricca colazione quella romana , noi anche a pasqua facciamo la classica colazione che facciamo sempre !
    La tua corona deve essere squisita anche per un pic nic

    RispondiElimina
  6. Che bella questa corona, anche se non sono romana, la prepararei anche per la mia tavola!
    Qui dalle mie parti non ci sono particolari tradizioni che io sappia, o meglio nella mia famiglia non le abbiamo mai applicate...se si può si sta insieme tutti quanti, altrimenti vale il detto Natale coi tuoi e Pasqua con chi vuoi, ahahahah
    Scherzi a parte, da qualche tempo noi ne approfittiamo per farci qualche giorno di meritata vacanza...che, credimi, a poter fare aiuta eccome!
    Un bacione stella e buon lunedì

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia... mi vien voglia di staccarne un pezzo e addentarlo! Da provare assolutamente! A presto LA

    RispondiElimina
  8. A napoli che io sappia non c'è nessuna tradizione legata alla Pasqua e alla colazione di Pasqua anche se po ci sfondiamo con il casatiello e la pastiera:-)))))!!!!!Bellissima questa corona è propio invitante e mi sa proprio che la proverò mi ispira molto anche in versione dolce!Baci,Imma

    RispondiElimina
  9. Cara Alice, ma che bella questa corona Pasquale, dal colore roseo direi che è un dolce!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso.
    Tomaso

    RispondiElimina
  10. Ma che ricca tradizione. Dalle mie parti non la facciamo. O meglio si fa la solita colazione, infilandoci anche la pastiera di grano. IO poi, per una colazione salata devo aspettare almeno le 11:00, perché prima di quell'orario il mio stomaco proprio non ne vuol sapere.
    Bellissima la tua corona.

    RispondiElimina
  11. Adoro la corallina! Ottima questa corona salata.

    RispondiElimina
  12. Davvero? qui invece a colazione non cambia nulla, fatta eccezione per il cioccolato delle uova da aprire prima della S. Messa! Se non dovessi ripassare, perchè non è un momento facile, i miei più cari auguri di una Santa Pasqua di pace!

    RispondiElimina
  13. che spettacolo alice
    io inizio domani con tutta la tradizione ma questa corona è bellissima per il girono di pasqua
    un bacione

    RispondiElimina
  14. Ma sai che non conoscevo questa tradizione?? Da me si dedicano tutte le energie al pranzo che fa sia da colazione, merenda e cena 😂🐽
    Cmq la tua corona ha un aspetto talmente delizioso che lo riserverei alla Pasquetta!
    Buon inizio settimana cara e, se ti va, sei la benvenuta al nostro contest di stagione http://ibiscottidellazia.blogspot.it/2017/04/contest-al-km-0.html

    RispondiElimina
  15. anche qui a Pesaro ma in generale nelle Marche si fa questa colazione bella robusta,a Napoli non vi è questa usanza almeno nella mia famiglia per cui noi continuiamo così per ora anche i miei figli, poi vedremo,bellissima la tua corona,un abbraccio,buona serata

    RispondiElimina
  16. ma bellissima!! davvero complimenti :) auguri di buona Pasqua

    RispondiElimina
  17. a casa non abbiamo mai avuto una tradizione per la colazione di Pasqua. solo per il pranzo ci sono dei punti fermi, intoccabili per mio papà. bellissima questa corona, una gioia per gli occhi e sicuramente una gioia ancora maggiore per il palato. un abbraccio grande tesoro e tanti auguri di buona Pasqua

    RispondiElimina
  18. con una colazione così ricca salterei anche il pranzo, la trovo estremamente sfiziosa !

    RispondiElimina
  19. La colazione Pasquale è un rito ormai anche per me che non sono romana, ma vivendo qui ormai da tanto l'ho adottata per mio marito. Ottima corona da provare. 😘

    RispondiElimina
  20. Sai che non ho la più pallida idea della colazione tradizionale del giorno di pasqua a bologna? Mi informerò....
    Complimenti per la corona e super auguroni di serena pasqua

    RispondiElimina
  21. Con questa domanda sulle tradizioni di Pasqua mi hai messo in crisi! non so se a Milano esista una tradizione, ma secondo me a naso no! o comunque non è evidentemente così tipica come per le altre regioni, man mano che si scende verso il sud le tradizioni aumentano proporzionalmente!bellissima la tua corona paquale! auguri in anticipo!

    RispondiElimina
  22. Ma che bella, fa davvero subito festa!!

    RispondiElimina
  23. Siccome il pranzo sarà èouttosto impegnativo, la colazione la facciamo leggera... da ni la tradizione vorrebbe che si mangiasse il casatiello dolce, ma a me non piace tantissimo, quindi vado di latte e caffè. La tua corona mi piace tantissimo! Un bascione forte forte

    RispondiElimina
  24. Per la colazione di Pasqua sulla mia tavola non possono mancare le uova sode e la corallina e devo dire che questa corona pasquale ci starebbe divinamente. Un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
  25. Tradizioni a Trieste... si la pinza come dolce che in altre regione e città assomiglia e viene chiamata diversamente. Da noi si mangia con il nostro famoso prosciutto cotto di Praga. Poi abbiamo le "titole" stesso tipo di pan dolce fatto a treccia e nella parte più larga un uovo sodo colorato di rosso. Se sei curiosa basta dicitare titole triestine... Buona Pasqua in anticipo a te e Famiglia un abbraccio.

    RispondiElimina
  26. Non sapevo di questa tradizione! Da noi si fa come sempre, il pranzo è il pasto più importante della festa!! Bella e buonissima questa corona, golosissima! Un abbraccio Alice, buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  27. Sei proprio brava.....tanti auguri.

    RispondiElimina
  28. Qui da me in Toscana la colazione di Pasqua è a base di uova sode, pecorino di Pienza, salame toscano e fave ma... io solitamente dovendo cantare sia la notte di Pasqua che la mattina dopo prendo qualcosa di più leggero e via a scaldare la voce. ;) Comunque la tua corona è fantastica e ghiotta! Un bacione

    RispondiElimina
  29. Santo cielo che meraviglia!!!! Tanti auguri di buona Pasqua

    RispondiElimina
  30. ok io pasqua vengo da te! da me, milano, nessuna tradizione vige il natale con i tuoi pasqua con chi vuoi, ogni anno non si sa mai chi c'è, dove saremo, di fatto non si mangia niente di particolare, niente tavolate, al massimo siamo tre o quattro magari in montagna e ci mangiamo un panino all'aperto! un bacio e buona pasqua

    RispondiElimina
  31. Questa a Pasqua non può davvero mancare, però non sapevo che l'usanza fosse di mangiarla a colazione e l'idea non mi dispiace affatto . Tanti baci Alice, ti auguro di trascorrere una meravigliosa Pasqua

    RispondiElimina
  32. No da noi non c'è la tradizione della colazione pasquale. Mi piace questa tradizione, bisogna proprio che la adotti. Io amo le colazioni abbondanti. Davvero un'idea carinissima come centrotavola

    RispondiElimina
  33. e non ti dimenticare il cacao!!! ahahah!! guarda ingrasso due chili solo se ci penso.. ma intanto sono qui che preparo pizze dolci e al formaggio, affetto corallina e conto le uova... La nostra colazione di Pasqua credo non ne batta nessun'altra! La tua corona pasquale ha un bellissimo aspetto ed il ripieno saporito invita all'assaggio, inoltre sembra molto morbida! Brava Alice, come sempre! Tanti auguri per una serena Pasqua!! un bacio

    RispondiElimina
  34. Deliziosa e perfetta. Buona Pasqua, Alice!
    MG

    RispondiElimina
  35. Noi non abbiamo questa tradizione della colazione, ma so che in tanti posti è molto sentita. Ma diverse cose menzionate sono comunque nel pranzo pasquale. Bellissima questa corona.

    Fabio

    RispondiElimina
  36. Ciao Alice, che bella la tua corona, molto scenografica! Ho abitato qualche anno a Roma e ricordo le colazioni pasquali.. erano quasi dei pasti. Io da qualche anno per colazione a Pasqua faccio il parrozzo, un dolce a base di mandorle e farina di semola che si fa in Abruzzo e che ho conosciuto quando, appunto, abitavo a roma. Tanti auguri di buona Pasqua!

    RispondiElimina
  37. Sono di Roma ed abito a Roma ma se dovessi stare dietro alle tradizioni culinarie della mia città, sarei obesa! La cucina romana seppur molto buona, è davvero ricca di intingoli e pesante pertanto la mia colazione pasquale è la stessa di tutti i giorni!!! Questa ciambella la trovo però davvero super ed una eccezione potrei tranquillamente farla :) Deliziosi quegli uccelinni posizionati come se facessero capolino! Complimenti e buon sabato :)

    RispondiElimina
  38. Non sapevo di questa tradizione romana e non so se ne esista una particolare per la colazione pasquale veneziana, mi hai proprio incuriosito.....intanto mi godo la visione della tua bella e gustosa corona che farebbe una gran figura sul tavolo pasquale.
    Tantissimi auguri di Buona Pasqua a te e alla tua bella famiglia!!!

    RispondiElimina
  39. Bellissima questa corona! Per colazione tutta quella roba lì? No, da noi non sono previste colazioni diverse dal solito a Pasqua. Però si fa la gita di Pasquetta e questa corona ci sta proprio bene. Buona Pasqua Alice

    RispondiElimina
  40. A Napoli, tradizione o no, la mattina di pasqua si fa colazione con i taralli dolci. Insomma dalle mie parti si fa così e noi 'obbediamo' ahahah. Difficilmente ci invoglierebbe una colazione salata, ma....il tempo che arrivi metà mattina e la tua corona sarebbe bella che finita!

    RispondiElimina
  41. grazie a tutti e tanti auguri di buona Pasqua !

    RispondiElimina
  42. Bellissima corona e magnifiche foto, in pieno spirito della Pasqua, tanti auguri di buona pasqua

    RispondiElimina
  43. Non so che colazione facciano gli altri ma in casa mia è dolce con cioccolata e colomba :)
    Fantastica questa corona.
    Un bacio e tantissimi auguri di Buona Pasqua

    RispondiElimina
  44. Che bella... e immagino abbia suscitato un gran successo! :-) Pensa a metterla al collo, che eleganza soffice, oppure in testa, come un nido per gli uccellini veri! :D

    RispondiElimina
  45. Adoro questa colazione e io solitamente la posticipo a Pasquetta perché a Pasqua cerco di mantenermi "leggera" per il pranzo! Un abbraccio

    RispondiElimina